/ Legnano

Legnano | 22 luglio 2022, 12:15

Triennale Opere pubbliche, la variazione vale 7 milioni di euro

Con l’applicazione dell’avanzo e i finanziamenti l’amministrazione copre nuove opere, la rivisitazione di alcuni progetti e i maggiori costi dovuti al rincaro delle materie prime. Il totale degli interventi 2022-24 è di 44 milioni di euro

Triennale Opere pubbliche, la variazione vale 7 milioni di euro

È stata illustrata ieri pomeriggio dall’assessore Marco Bianchi nella seduta della commissione 4, “Città bella e funzionale”, la variazione al Piano triennale delle opere pubbliche 2022-24, una variazione che vale quasi 7 milioni 400mila euro per l’annualità corrente e che fa lievitare l’importo complessivo degli interventi programmati nel triennio a oltre 44 milioni 700mila euro. Quanto alla variazione, questa è resa possibile dall’applicazione dell’avanzo libero e dai nuovi finanziamenti ottenuti (PNRR), risorse che permettono la realizzazione di nuove opere, la rivisitazione di alcuni progetti (palestra scuole Manzoni e spogliatoi campo via dell’Amicizia) e la rimodulazione dei costi di altri progetti conseguente al rincaro delle materie prime per opere con il progetto di fattibilità già approvato.

Fra le opere finanziate con avanzo di amministrazione la riqualificazione delle strade (600mila euro l’importo per il 2022), la quota parte necessaria alla rimozione delle barriere architettoniche nella biblioteca “Marinoni” (350mila euro), la realizzazione del centro civico di San Paolo (400mila euro sui 750mila euro complessivi, ossia la quota necessaria per intervenire sulla parte coperta). Fra le opere che saranno realizzate con finanziamenti che il Comune di Legnano si è aggiudicato quest’anno figurano il recupero degli edifici ex bagni pubblici e palestra in via Pontida (3 milioni 670mila euro) e l’efficientamento energetico della sala Ratti (470mila euro). Altro intervento non contemplato dal Triennale approvato dal consiglio comunale lo scorso aprile riguarderà le tribune del campo sportivo Mari, necessario per le certificazioni in vista del Palio 2023.

«Quello della variazione al Piano Triennale delle Opere pubbliche è un passaggio importante per avviare la procedura di lavori finanziati con fondi PNRR -sottolinea Bianchi- perché impiega le risorse per dare inizio alla progettazione definitiva o alla partenza dei cantieri. Mi piace notare come due finanziamenti che ci sono stati riconosciuti in questi mesi, quelli per gli edifici storico-identitari di via Pontida e per la sala Ratti facevano parte di un pacchetto di interventi, “Un fiume di cultura”, che non era stato presentato da Città Metropolitana al Governo; nonostante questo, il lavoro di progettazione che abbiamo commissionato si è rilevato, alla fine, utile per ottenere oltre 4 milioni di euro. Altra voce importante che abbiamo deciso di aggiungere al Triennale sono gli 1,2milioni necessari agli interventi di riqualificazione energetica che interesseranno gli spogliatoi Impero e l’efficientamento della copertura e del riscaldamento della tensostruttura sulla vasca da 50 metri per ridurre i costi di gestione. In questo caso i lavori potranno cominciare quando la Soprintendenza si sarà pronunciata favorevolmente e dovrebbero terminare entro il gennaio 2023. Consideriamo infatti che sugli spogliatoi Impero occorre intervenire per renderli utilizzabili anche nella stagione invernale: una volta finiti questi lavori, gli spogliatoi storici dell’impianto saranno, infatti, gli unici aperti, in attesa dell’opera di riqualificazione complessiva dell’impianto natatorio».

Sempre per gli edifici storico – identitari l’amministrazione ha deciso di portare da 600mila a un milione e 100mila euro le risorse per il restauro e la conservazione degli ex solarium del Sanatorio. La copertura degli interventi è garantita dai finanziamenti del progetto “La Scuola si fa città”.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore