/ Territorio

Territorio | 29 luglio 2022, 15:58

Tradate, alloggi Aler terminati con i 3 milioni del Piano Nazionale Edilizia Abitativa

L'inaugurazione e la consegna delle chiavi in via Broggi dei 24 nuovi appartamenti che favoriranno il “cambio alloggio” per le famiglie che sono residenti in spazi troppo stretti o che hanno bisogno di essere ristrutturati

Tradate, alloggi Aler terminati con i 3 milioni del Piano Nazionale Edilizia Abitativa

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, e l'assessore alla Casa e Housing sociale, Alessandro Mattinzoli, hanno partecipato a Tradate alla cerimonia di inaugurazione di 24 nuovi alloggi Aler, avvenuta questa mattina 29 luglio.

Gli appartamenti realizzati in via Broggi, dopo la demolizione dei vecchi stabili costruiti negli anni Settanta, sono stati completati grazie al finanziamento di oltre 3 milioni del Piano Nazionale Edilizia Abitativa.

L'intervento è mirato a risolvere il problema del degrado nel rione Pineta. Il progetto è particolarmente virtuoso anche perché ha previsto interventi di ristrutturazione nel rispetto del consumo di suolo. I criteri di assegnazione sono fissati e la priorità è di privilegiare il “cambio alloggio” per famiglie che, ad esempio, sono residenti in spazi troppo stretti o che hanno bisogno di essere ristrutturati.

«L'inaugurazione odierna - ha commentato il presidente - è in linea con gli obiettivi prefissati a inizio Legislatura: riqualificazione, efficientamento energetico, riduzione del consumo di suolo. Oggi confermiamo la concretezza del nostro modo agire con azioni attuate e da attuare nell'esclusivo bene dei cittadini».

A Tradate il governatore ha inoltre evidenziato che, per affrontare i dossier aperti e le priorità, è fondamentale il rapporto con le istituzioni del territorio e che la realizzazione di questi alloggi è la prova di quanto sia importante questo aspetto. Il finanziamento del Piano Nazionale di Edilizia Abitativa (di oltre 3 milioni) non sarebbe stato così fruttuoso senza la fattiva collaborazione fra Regione, Aler e Comune.

Soddisfatto, alla sua prima uscita istituzionale in questa veste, anche l'assessore regionale alla Casa e Housing sociale, Alessandro Mattinzoli. «La chiave di questi interventi - ha detto - è nella sinergia fra gli attori che operano insieme integrando le rispettive politiche».

Ragionando in termini più generali e programmatici l'assessore ha quindi sottolineato quanto importanti siano gli effetti scaturiti anche in questo settore dalle risorse economiche messe a disposizione dalla Regione con il “Piano Lombardia”. «Risultati davvero rilevanti - ha aggiunto - anche e soprattutto per i comuni e per chi vive sul territorio».

«Nei casi specifici di edilizia abitativa pubblica - ha concluso l'assessore - è giusto far comprendere e rimarcare il supporto fondamentale di Aler di Varese in termini di capacità amministrativa, di manutenzione dei quartieri e di cura dell'utenza e gestione sociale».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore