/ Valle Olona

Valle Olona | 30 luglio 2022, 11:15

Disinfestazioni e pulizia a Fagnano, il punto in consiglio comunale

Durante l'assise, grazie alle interrogazioni del gruppo Centrodestra per Fagnano, l'assessore Palomba ha fatto il punto sulla disinfestazione contro le zanzare e sul contrasto all’abbandono dei rifiuti

Disinfestazioni e pulizia a Fagnano, il punto in consiglio comunale

Due le interrogazioni presentate dal gruppo consiliare Centrodestra per Fagnano su temi sentiti dalla comunità: la disinfestazione contro le zanzare e l’incuria e l’abbandono di aree verdi, marciapiedi, parcheggi e cigli stradali.

Sul primo punto affrontato, il consigliere Fausto Bossi ha premesso che «come tutti gli anni, la disinfestazione dei luoghi comuni porta ottimi risultati», chiedendo poi cosa fosse stato fatto in proposito. La risposta è arrivata dall’assessore alla Tutela Ambientale, Giuseppe Palomba, che ha illustrato tutte le “tappe” delle disinfestazioni e delle derattizzazioni. Partendo dalla disinfestazione preventiva delle zanzare: «Per quanto riguarda le larve, una prima azione è stata fatta l’11 aprile, la seconda l’8 giugno, la terza il 6 luglio. Poi avverranno il 3 agosto, il 1° settembre e il 29 settembre». Per le disinfestazioni adulticide: «Una prima azione è stata fatta il 23 giugno, una seconda il 14 luglio. Poi verranno fatte l’8 agosto e il 1° settembre». Sottolineando che le azioni vengono effettuate di notte e che potranno essere anticipate o posticipate di un giorno. Fausto Bossi ha poi suggerito: «Magari l’anno prossimo si potrebbe andare ad anticiparle, visto che gli inverni non sono più quelli di una volta e le zanzare si sviluppano molto prima. Si potrebbe anche fare qualche passaggio in più o allargare la zona in cui vengono fatte».

Sempre Bossi ha presentato un’interrogazione in merito all’incuria e l’abbandono di aree verdi, marciapiedi, parcheggi e cigli stradali, sottolineando il fatto che l’abbandono di rifiuti è “colpa” di persone irrispettose e chiedendo cosa vuole fare il Comune. La risposta è arrivata sempre dall’assessore Palomba: «Non bastano solo i volontari né  le 2 o 3 giornate ecologiche. I due assunti comunali sono la nostra forza e sono stati impiegati più di una volta nell’arco dell’amministrazione».

Sulle azioni diserbanti: «Purtroppo, con la nuova normativa regionale, determinati prodotti non possono essere più usati e i prodotti che si possono usare sono meno pericolosi ma anche meno aggressivi contro il verde. Le azioni diserbanti sono state fatte ma non sono più efficaci come una volta, non possono essere più di tre. Passeremo con il classico falcetto e decespugliatore, come accaduto in questi giorni e nelle settimane precedenti». A proposito della spazzatrice: «I costi non posso saperli perché rientrano in un unico appalto del recupero e smaltimento di rifiuti. Non c’è un costo spazzatrice, ricordo quello di qualche anno fa che era intorno ai 300 euro a passaggio, che inseriti in un appalto saranno calati. Per quanto riguarda gli orari, la spazzatrice passa in 4 zone, un sabato al mese: la prima zona è il centro e passa il primo sabato del mese; la zona di via Leopardi è la seconda e passa il secondo sabato del mese; la terza zona è Bergoro e passa il terzo sabato del mese; la quarta zona è quella delle Fornaci e passa il quarto sabato del mese». Specificando che per ogni giornata sono previste 5/6 ore di spazzamento e in autunno e primavera comprendono la raccolta delle foglie.

Michela Scandroglio

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore