/ Attualità

Attualità | 01 agosto 2022, 15:58

Agosto, 22 milioni di italiani in vacanza. Il Lago Maggiore tra le mete preferite

Grande voglia di ferie nonostante l'incertezza del momento. Il cibo è la voce più importante del budget della vacanza. Un terzo della spesa turistica è destinato alla tavola. Alta preferenza per i weekend “lunghi”

Agosto, 22 milioni di italiani in vacanza. Il Lago Maggiore tra le mete preferite

Le previsioni che accompagnano l’inizio del mese di agosto sono, per ora, all’insegna del bel tempo caldo e stabile, pur con una possibile tregua di piogge che potrebbe interessare il Varesotto nel prossimo fine settimana. Un quadro che continua a preoccupare l’agricoltura ma che, allo stesso tempo, spinge ancor più gli italiani ad abbandonare le grandi città e a partire in vacanza: sono 22 milioni i connazionali che hanno deciso di andare in ferie quest’anno nel mese di agosto, in aumento del 4% rispetto allo scorso anno, con una corsa a spiagge, campagne e montagna che ha già riempito le autostrade per il primo grande esodo dell’estate 2022. È quanto emerge da una analisi Coldiretti/Ixè che fotografa la grande voglia di ferie nonostante il traffico da bollino rosso, le anomalie climatiche, tra caldo record e maltempo, e la preoccupazione per il caro prezzi.

Il mese di agosto, dedicato tradizionalmente a vacanze e gite, registra quest’anno una netta preferenza sulle mete nazionali, tra cui il lago Maggiore – sottolinea la Coldiretti provinciale – spinta da una maggiore prossimità ai luoghi di residenza, dal desiderio di riscoprire le bellezze d’Italia o dalla voglia di ritornare in posti già conosciuti dove ci si è trovati bene negli anni precedenti e si è più tranquilli rispetto ad ambiente, servizi e persone.

Ma c’è anche una quota del 23% di italiani, quasi 1 su 4 tra coloro che viaggiano, che ha deciso di trascorrere una vacanza all’estero nonostante i timori legati alla problematica situazione internazionale.

Per la maggioranza degli italiani in viaggio (53%) la durata della vacanza è inferiore alla settimana mentre per quasi un italiano su tre (30%) la durata è compresa tra 1 e 2 settimane, ma c’è un fortunatissimo 3% che starà fuori addirittura oltre un mese.

Ad essi si aggiungono quanti scelgono il “fine settimana lungo” privilegiando la partenza dalle metropoli il giovedì per fare ritorno domenica sera, un fenomeno che riguarda da vicino anche la Lombardia, con una quota significativa di milanesi che scelgono laghi e montagne come mete di una vacanza breve e di prossimità.

In piena estate è tuttavia il mare a fare la parte del leone con agosto che fa segnare tradizionalmente i listini più cari per alloggio, vitto e anche ombrelloni e lettini ma che quest’anno risentono del balzo dell’inflazione con aumenti dei prezzi che riguardano tutti gli aspetti della vacanza, a partire dal viaggio.

Molto gettonati i 25mila agriturismi presenti in Italia spinti dalla ricerca di un turismo più sostenibile. Questo fatto ha portato le strutture ad incrementare anche l’offerta di attività con servizi innovativi per sportivi, nostalgici, curiosi e ambientalisti, oltre ad attività culturali come la visita di percorsi archeologici o naturalistici o wellness.

Quest’estate parte in vacanza con il proprio animale quasi un italiano su cinque (17%) grazie ad una accresciuta cultura dell’ospitalità “pet friendly” lungo tutta la Penisola secondo l’analisi Coldiretti/Ixè, dalla quale si evidenzia che appena una minoranza del 6% rinuncia perché non è possibile accogliere nella struttura di permanenza cani e gatti ma anche uccelli conigli, tartarughe e pesci.

Nell’estate 2022 – rivela Coldiretti – il cibo è la voce più importante del budget della vacanza in Italia con 1/3 della spesa turistica destinato alla tavola, superando quella per l’alloggio, trainata dalla voglia di convivialità. Il turismo enogastronomico rappresenta un mercato di sbocco privilegiato delle specialità alimentari locali ma anche un volano di sviluppo per i territori. Dalla valorizzazione dell’immenso patrimonio storico e culturale dell’enogastronomia nazionale– precisa la Coldiretti – dipendono, infatti, molte delle opportunità di crescita economica ed occupazionale.

«L’Italia è il solo Paese al mondo che può contare primati nella qualità, nella sostenibilità ambientale e nella sicurezza della propria produzione agroalimentare che peraltro ha contribuito a mantenere nel tempo un territorio con paesaggi di una bellezza unica - afferma il presidente di Coldiretti Varese Fernando Fiori - la difesa della biodiversità non ha solo un valore naturalistico, ma è anche il vero valore aggiunto delle produzioni agricole nazionali e un motore trainante della vacanza Made in Italy».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore