/ Cronaca

Cronaca | 10 agosto 2022, 12:41

Tentano due furti e vengono presi: reagiscono a calci e sputi contro la polizia

Due algerini arrestati nelle scorse ore a Busto Arsizio. Una volta fermati dagli agenti i due li hanno aggrediti ripetutamente, ferendo lievemente due poliziotti

Tentano due furti e vengono presi: reagiscono a calci e sputi contro la polizia

A Busto Arsizio per due algerini la giornata dell’8 agosto è iniziata con due tentativi di furto e si è conclusa con l’ingresso in carcere a seguito dell’arresto eseguito dalla Polizia di Stato. 

Alle 10 la pattuglia del locale Commissariato di Polizia di Stato è intervenuta in via Dante su richiesta di un uomo che, dopo essersi accorto che uno straniero gli aveva sfilato il portafoglio dallo zaino all’uscita della Stazione delle Nord, aveva seguito il ladro costringendolo a gettare la refurtiva, che veniva recuperata. 

Quest’ultimo, con un complice, aveva tentato subito dopo di derubare un automobilista: mente uno dei due distraeva la vittima seduta in auto fingendo di chiedere informazioni, l’altro si era impossessato del cellulare appoggiato sul sedile del passeggero. Anche questo furto però è stato sventato poiché, dopo il fermo dei due da parte degli agenti del Commissariato, il cellulare è stato recuperato nel luogo in cui i ladri, vistisi scoperti, lo avevano nascosto. 

Infatti la Volante, arrivata in via Dante in pochi istanti, aveva subito individuato i malviventi che si stavano allontanando a piedi in direzione centro città, bloccandoli.  Da quel momento e fino all’ingresso in carcere i fermati hanno fatto di tutto per ostacolare le operazioni dei poliziotti: accompagnati in Commissariato per essere identificati, essendo privi di qualsiasi documento, hanno opposto resistenza per non essere foto-segnalati; hanno colpito senza sosta a calci e testate porta e panche della stanza per i fermati; si sono denudati, hanno sputato e rivolto offese e minacce di morte ai poliziotti.

Uno dei due ha riferito di essere minorenne e, portato in ospedale dove gli esami radiologici hanno dimostrato il contrario, si è scagliato contro gli agenti scalciando e procurando lievi lesioni a due di loro. Infine i due, verificato che si trattasse di stranieri irregolari, già destinatari di provvedimenti di espulsione e con precedenti specifici anche recentissimi, sono stati arrestati per i due tentativi di furto aggravato, la resistenza e le lesioni a pubblico ufficiale e le false generalità dichiarate, e sono stati condotti in carcere.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore