/ informazioneonline.it

informazioneonline.it | 15 agosto 2022, 08:15

Il rifugio criticato dai turisti per l'assenza dei servizi igienici in camera: «Da noi accoglienza vera e calorosa, ma non siamo un hotel...»

Il titolare di una struttura piemontese in Val Pellice: «Persone in fuga quando scoprono che le camere non hanno i servizi privati, ma noi vogliamo rimanere un rifugio di montagna, non un albergo, né un ristorante né un bar»

Il rifugio criticato dai turisti per l'assenza dei servizi igienici in camera: «Da noi accoglienza vera e calorosa, ma non siamo un hotel...»

"E voilà è iniziato agosto, in una settimana abbiamo assistito a più fughe di clienti che dopo aver prenotato per più notti se ne sono andati dopo la prima notte perché si sono accorti che le nostre camere non hanno i servizi privati". A raccontarlo è con un post su Facebook il titolare del rifugio Jervis di Bobbio Pellice, una struttura del Cai molto nota in Val Pellice e conosciuta dai turisti.

"Ci dispiace molto per chi non ha trovato la tipologia di camera o servizio che desiderava", continua il messaggio pubblicato sui social, "ma fortunatamente la nostra struttura continua ad essere un rifugio del Club Alpino Italiano e mi auguro che tale rimanga e quindi devo purtroppo ammettere che non siamo un albergo, non siamo un ristorante e non siamo nemmeno un bar... siamo semplicemente la casa di chi ama e frequenta la montagna, al quale cerchiamo di dare un'accoglienza calorosa e decente".

Alla fine, una considerazione amara: "Non temete", conclude il titolare, "Ormai sto arrivando alla pensione e forse chi verrà dopo di me trasformerà per la gioia di tanti questo posto in un normalissimo ristoro in quota e comunque per ora anche in memoria del nome che questo rifugio porta cercheremo di "resistere"... grazie e buona montagna a tutti!".

Sotto il post, una pioggia di commenti solidali firmati da appassionati della montagna e dai followers del rifugio.

Da Torinoggi.it

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore