/ Territorio

Territorio | 17 agosto 2022, 10:31

Tradate, nuovo blitz animalista al Parco Pineta contro la caccia al cinghiale

La denuncia degli attivisti: «Non vengono risparmiati nemmeno i cuccioli, le testimonianze parlano di creature caricate moribonde nelle jeep, lasciate morire di stenti»

Tradate, nuovo blitz animalista al Parco Pineta contro la caccia al cinghiale

Nuovo blitz animalista all’interno del parco Pineta: i militanti di Centopercentoanimalisti, nel primo pomeriggio del 16 agosto, si sono recati al parco pineta in zona Tradate, ed hanno affisso uno striscione diretto ai cacciatori “sulla sbarra di uno dei passaggi usati dalle auto per entrare nell’area verdi”.

E’ l’ennesima azione contro la caccia dell’associazione che rincara con una lunga serie di segnalazioni sulla “presenza di una base logistica dei cacciatori di cinghiali, di deposito “attrezzi” da caccia, parcheggio di jeep compreso”.

Gli animalisti hanno raccolto anche le testimonianze di diversi frequentatori dell’area verde che spiegano come la caccia “prosegua ogni sera dalle 19 in tutto il territorio del parco Pineta”. “Non vengono risparmiati nemmeno i cuccioli di cinghiale, le testimonianze parlano di creature caricare moribonde nelle jeep, lasciate morire di stenti, a conferma della “grande” sensibilità di questi soggetti”.

Secondo la nota inviata oggi gli animalisti spiegano di aver avuto segnalazoni dell’uccisione di caprioli e volpi:”Qualsiasi legge viene violata, la latitanza dell’autorità preposta è costante. Semplici cittadini denunciano la presenta soprattutto di caprioli, che fuggono spaventati dal bosco per finire in strada”.

da ilSaronno.it

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore