/ informazioneonline.it

informazioneonline.it | 18 agosto 2022, 19:55

FOTO. Furia meteo sulla Toscana, vittime e decine di feriti: "downburst" devastante. «Siamo in stato di emergenza»

Un uomo e una donna sono morti travolti da alberi abbattuti dal vento. Famiglie in trappola in tende e roulotte. Oltre 100 sfollati e 41 in ospedale. Le immagini del disastro

Foto tratte da Quinews.it

Foto tratte da Quinews.it

E' di due vittime, 41 feriti accolti in ospedale e oltre 100 sfollati il bilancio della furia meteo che si è abbattuta in tutta la Toscana con temporali e tromba d'aria travolgendo specialmente le province di Lucca e di Massa-Carrara. Tra Massa e Carrara le persone evacuate dalle loro abitazioni hanno trovato ricovero in scuole e palestre messe a disposizione dai Comuni.

La Asl Nord Ovest ha attivato il piano per maxi-emergenza maltempo, in particolare nella zona di Massa Carrara dove un’autentica tempesta d’acqua e vento ha creato notevoli disagi, ma anche per Lucca e la Versilia.

Le vittime

A Sorbano del Giudice, a Lucca, un uomo di 54 anni è morto travolto da un albero. La stessa sorte è toccata a una donna al parco La Malfa a Carrara: un albero le è piombato addosso e per lei sono stati vani i tentativi di rianimazione praticati dal 118.

A Marina di Massa in un camping 4 persone sono rimaste ferite per caduta di alberi: 3 sono state portate in codice giallo all’ospedale Apuane, mentre una quarta persona, una donna che versa in gravi condizioni ed è stata valutata in codice rosso, è rimasta intrappolata in una roulotte e per liberarla sono intervenuti i vigili del fuoco. La donna è stata poi trasportata con l'elicottero Pegaso all'ospedale pisano di Cisanello.

I feriti

A Massa un operaio è rimasto ferito mentre si trovava al lavoro in un deposito bus, colpito alla testa dai detriti e i materiali fatti vorticare in aria dal vento.

Nel comune di Barga, un tetto è caduto su un’auto ferendo 4 persone: 3 in codice verde e 1 in codice rosso, portati tutti all’ospedale San Luca di Lucca.

A Camaiore, via Italica, codice giallo per un'altra persona travolta da un albero e portata all’ospedale Versilia.

Così negli ospedali

Oltre a quanto sopra, numerose sono state le chiamate con richiesta di soccorso: la centrale 118 Alta Toscana e le associazioni di volontariato hanno operato in stretta sinergia con i vigili del fuoco, le forze dell’ordine e la protezione civile.

Se 41 sono stati gli accessi in ospedale legati al maltempo, 18 tra questi sono stati 2 codici rossi, 11 codici gialli e 5 codici verdi. All’ospedale Apuane gli accessi al Pronto soccorso correlati al maltempo sono stati 32, di cui 13 tramite 118. Le persone ancora ricoverate sono 4.

A Lucca sono giunte in ospedale 4 persone ferite provenienti dal comune di Barga, delle quali 3 dimesse e 1 trasferita all’ospedale di Cisanello a Pisa.

All’ospedale Versilia, per problematiche legate al maltempo sono giunte in pronto soccorso 4 persone (di cui una condotta dal 118), tra cui 2 dimesse. In più una donna ferita è stata trasferita con Pegaso da Marina di Massa all’ospedale di Cisanello.

In una situazione che ha messo a dura prova il servizio 118, con tante richieste d’intervento concentrate in poche ore, sono stati allertati e sono poi intervenuti vari mezzi di soccorso coordinati dagli operatori della Centrale Operativa 118: automediche (Massa, Carrara, Versilia nord - Querceta, Lucca e Barga), India di Massa Carrara e molte altre ambulanze, oltre a Pegaso.

Stato di emergenza

La Toscana è in stato di emergenza regionale a seguito dei violenti nubifragi del 15 agosto e di oggi 18 Agosto, quando si sono registrate vittime e feriti oltre che danni in tutto il territorio.

Il presidente della Regione Eugenio Giani ha annunciato di aver firmato l'atto di pertinenza. Lo stato di emergenza regionale avrà durata di 6 mesi per le province di Massa Carrara, Lucca, Pistoia, Prato, Città Metropolitana di Firenze, Arezzo, Siena, Pisa, Livorno, Grosseto.

L'iniziativa era stata anticipata stamani dallo stesso governatore attraverso il suo canale Telegram, ma è stata confermata ufficialmente da lui stesso in apertura della conferenza stampa tenuta a Carrara insieme al sindaco Serena Arrighi e al presidente della Provincia di Massa-Carrara e sindaco di Montignoso Gianni Lorenzetti.

«Si è trattato - ha spiegato il presidente Giani - di un evento straordinario, un "downburst", questo il termine tecnico, collegato al passaggio del fronte temporalesco si è originato nella zona di San Vincenzo, quindi nella bassa provincia livornese, e ha poi seguito l’andamento della costa fino alle Alpi Apuane, spostandosi poi verso l’interno fin oltre Firenze e in prossimità di Arezzo».

Giani ha poi annunciato di aver contattato il capo della protezione civile nazionale Fabrizio Curcio: nei prossimi giorni arriveranno da Roma gli ispettori che coadiuveranno la protezione civile regionale nel censire i danni al fine di poter richiedere lo stato di emergenza nazionale.

Da Quinews.it

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore