Altri sport - 24 settembre 2022, 20:20

«Caro Roger tu non sei un campione ma un supereroe, anzi Il Tennis. E nel tennis resterai»

Andrea Della Vedova, imprenditore e sportivo, scrive un intenso messaggio a re Federer: «Ci hai mostrato la tua personalità dentro e fuori dal campo. La tua visione e la tua incredibile esperienza saranno linfa vitale per la continuità di questo sport»

Federer in una foto del suo profilo ufficiale e Della Vedova, autore del messaggio

Federer in una foto del suo profilo ufficiale e Della Vedova, autore del messaggio

Per chi ama il tennis, l'uscita di scena di re Federer è un colpo al cuore. LEGGI QUI Al campione ha dedicato un messaggio speciale Andrea Della Vedova, imprenditore, tennista agonista e oggi impegnato nel padel.

Sono cresciuto a “pane e tennis”… Ho avuto la fortuna di poter tifare per le volée di McEnroe ed Edberg, per la forza di Borg e Lendl, la velocità di Agassi e la completezza di Sampras (71 come me e come Ivanisevic e Kraijcek, entrambi vincitori a Wimbledon…) tutti campioni fantastici…

E poi invece, proprio allo scadere del secondo millennio, insieme alla mia maturità di uomo e di discreto tennista, arriva lui ROGER FEDERER, dapprima un po’ grezzo e addirittura scostante nel comportamento in campo ma già incredibilmente perfetto nelle movenze, nei gesti tennistici che esegue con una naturalezza sconcertante e soprattutto mai vista prima. Roger attraversa i due decenni successivi vincendo tutto ciò che era possibile vincere, portando il suo tennis a livelli sempre più alti, inventando nuovi schemi (come la SABR), galleggiando sul campo da tennis come un ballerino della Scala… coordinazione, riflessi, forza, talento e classe tutti insieme in un unico uomo lo rendono un vero e proprio dio del tennis!

Ma naturalmente non è solo un fatto tecnico… Roger dopo gli inizi un po’ “bizzosi” matura prestissimo e ci mostra la sua personalità dentro e fuori dal campo: educato e corretto , sempre disponibile con tutti, fortemente impegnato nel sociale, splendido padre di famiglia e sempre attento alle istanze dei suoi colleghi “meno ricchi”; insomma un vero supereroe che però poi ti stupisce per la sua grande sensibilità che lo fa commuovere davanti al mondo per l’affetto che riceve dal pubblico cresciuto con lui, ha vissuto con lui vittorie (tantissime) e sconfitte (poche), che si è sempre emozionato con lui fino alle ultime lacrime di ieri sera nel match dì addio giocato non a caso insieme a Rafa Nadal, il suo più grande avversario e compagno di viaggio.

Sono fermamente convinto che Roger resterà nel tennis, la sua intelligenza, la sua visione e la sua incredibile esperienza sono indispensabili e saranno linfa vitale per la continuità di questo sport meraviglioso! Ieri sera naturalmente ero davanti alla tv, a godermi gli ultimi gesti in diretta del mio campione… e proprio in quel momento ho capito che mi sbagliavo… Roger Federer non è solo il più grande di sempre, LUI È IL TENNIS!

Grazie di tutto Roger

Andrea Della Vedova

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU