ELEZIONI REGIONALI LOMBARDIA 2023
 / Territorio

Territorio | 25 novembre 2022, 07:39

Vandalizzano la sala d'aspetto della stazione di Induno: colti in flagrante dalla polizia locale e denunciati

E' successo nel pomeriggio di giovedì come spiega il sindaco Cavallin: «I due "fenomeni" provenienti da Varese e probabilmente alterati dall'uso di sostanze stupefacenti hanno pensato bene di danneggiare i cartelli indicatori della stazione»

La sala d'aspetto della stazione di Induno vandalizzata (foto dalla pagina Facebook del sindaco Cavallin)

La sala d'aspetto della stazione di Induno vandalizzata (foto dalla pagina Facebook del sindaco Cavallin)

Vandalizzano i cartelli nella sala d'aspetto della stazione ferroviaria di Induno Olona ma vengono colti in flagrante e denunciati dalla polizia locale.

E' successo nel pomeriggio di giovedì, come racconta il sindaco Marco Cavallin che si congratula con i vigili per l'efficace azione di contrasto alla microcriminalità. 

«Due "fenomeni", provenienti da Varese e probabilmente alterati dall'uso di sostanze stupefacenti, hanno pensato bene di vandalizzare i cartelli indicatori presso la stazione di Induno - racconta il primo cittadino - l'intervento tempestivo della nostra Polizia Locale, insieme con agenti di Varese e Cantello, ha consentito di prendere entrambi i furfanti in flagranza di reato e denunciarli all'autorità».

Funziona insomma il protocollo per la sicurezza siglato dai Comuni con la Prefettura di Varese. 

«Un intervento efficace, reso possibile grazie a quel protocollo d'intesa che noi Comuni abbiamo firmato in Prefettura un paio di mesi or sono e che consente l'intervento e la vigilanza nelle stazioni anche delle forze di Polizia Locale, oltre a quello di PolFer, che rimane ovviamente la principale delegata - conclude il sindaco - una strada che funziona e consente tempestività d'intervento, ciò che in questi casi fa tutta la differenza del mondo. Grazie ai nostri uomini, avanti così». 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore