ELEZIONI REGIONALI LOMBARDIA 2023
 / Valle Olona

Valle Olona | 25 novembre 2022, 16:53

Olgiate: il caro bolletta ha conseguenze sul bilancio comunale

Le dimissioni di Mauro Carnelosso, i tagli al piano per gli interventi per il diritto allo studio e l’entrata nell’azienda di Valle del progetto Care Leavers sono stati al centro delle discussioni dell’ultimo consiglio comunale olgiatese

Olgiate: il caro bolletta ha conseguenze sul bilancio comunale

Ad aprire l’ultima seduta del consiglio comunale olgiatese è stata, come da programma, la comunicazione del sindaco Gianni Montano che ha illustrato ai consiglieri come le dimissioni dell’ormai ex assessore Mauro Carnelosso abbiano portato a quello che è un vero e proprio rimpasto di giunta.

Nonostante i numerosi solleciti da parte delle minoranze il primo cittadino non ha spiegato quali siano state le ragioni che hanno portato Mauro Carnelosso a decidere di rimettere le deleghe in suo possesso, ragioni che non erano contenute nemmeno nella lettera di dimissioni che è stata letta all’inizio dell’assemblea.

Malgrado la ritrosia nel dare spiegazioni più dettagliate, che si è protratta durante tutta la serata, il sindaco Montano ha però voluto cogliere l’occasione per esprimere le proprie riflessioni in merito a quanto avvenuto.

«Innanzitutto – ha osservato Montano – vorrei ringraziare Mauro per i tuoi innegabili risultati conseguiti come assessore e per essersi messo a disposizione per un incarico così gravoso con entusiasmo e dedizione.

Abbiamo amministrato senza che nessuno di noi avesse interessi o ambizioni personali ma solo per amore della nostra Olgiate, raccogliendo tanti risultati e possiamo essere fieri di quanto sia successo, e non per caso, in questi anni.

Avremmo potuto, certo, fare di meglio e di più e proprio per questo oggi dobbiamo cercare di dare nuovo vigore e nuova passione alla nostra azione.

La sfida che abbiamo lanciato insieme ed insieme accolto non è finita. Ma non è, ancora, il tempo per ringraziamenti e ricordi ma il tempo andare avanti con ancora più entusiasmo e passione».

La maggior parte della seduta, poi, è stata dedicata alla discussione del piano per gli interventi per il diritto allo studio che quest’anno, come del resto è avvenuto per tutte le altre voci in bilancio, ha dovuto fare i conti con le pesanti ripercussioni del caro bolletta, che hanno imposto all’amministrazione non irrilevanti.

«I fondi sono sempre meno ha evidenziato l’assessore ai servizi educativi Liusella Tognoli – ma nonostante questo abbiamo fatto il possibile per mantenere attivi la maggior parte dei progetti.

Il filo conduttore di questo piano è: “nessuno resti indietro”, e per questo con grandi sforzi siamo riusciti a non tagliare, anzi ad aumentare, i fondi destinati a supportare i bambini in difficoltà».

Un discorso che non ha convinto del tutto le minoranze, che hanno sottolineato come sia stata la stessa amministrazione a scegliere di tagliare i fondi del piano del diritto allo studio per destinarli alla copertura di altre spese, e come sia necessario prevedere un aumento delle risorse per far fronte appieno alle esigenze dei giovani che frequentano le scuole olgiatesi.

«I tagli – ha risposto l’assessore al bilancio Rossano Belloni – non sono stati fatti solo questa voce di bilancio, ma su tutte, e si sono resi necessari per poter far fronte ai pagamenti delle utenze che arriveranno nei prossimi mesi con gli aumenti che tutti ben conosciamo.

Se la situazione, come inizia a sembrare, dovesse migliorare, probabilmente rispremeremmo somme anche rilevanti sulla cifra accantonata, e io per primo mi impegno a destinarle prioritariamente alle scuole».

A chiudere il consiglio olgiatese è stata l’estensione del progetto Care Leavers, che in questa nuova veste entrerà a far parte dei progetti di ambito gestiti dall’azienda di Valle.

Alla casa di Giò, destinata ad accogliere i giovani maggiorenni che usciti dalle case famiglia per aiutarli a intraprendere nella maniera migliore possibile una vita autonoma e indipendente, andrà ad unirsi quella di Amelia, che avrà uno scopo simile.

«Questa nuova struttura – ha spiegato il neo assessore ai servizi sociali Leonardo Richiusa – ospiterà per parte della giornata i giovani che non hanno ancora raggiunto la maggiore età, per iniziare ad accompagnarli nel percorso verso l’autonomia».

Loretta Girola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore