ELEZIONI REGIONALI LOMBARDIA 2023
 / Sport

Sport | 26 novembre 2022, 17:23

Al cinema Miv di Varese il film sul mito di Gigi Riva: prima della proiezione di lunedì sera un collegamento con la casa di Rombo di Tuono

La visione del documentario sarà anticipata da un appuntamento che si preannuncia imperdibile, condotto dal presidente del Fans Club Claudio Ferretti alla presenza di tanti amici del bomber leggiunese e di ex calciatori: «Un doveroso omaggio a un campione di sport e di vita, legatissimo alla sua terra d'origine»

Il film dedicato a Gigi Riva verrà proiettato lunedì 28 novembre alle 20.30 al cinema Miv di Varese

Il film dedicato a Gigi Riva verrà proiettato lunedì 28 novembre alle 20.30 al cinema Miv di Varese

Quella in programma lunedì sera 28 novembre al cinema Miv di Varese non è soltanto la proiezione di un bel film, un evento esclusivo dedicato ad un mito come Gigi Riva, ma anche l'occasione di riabbracciare, seppure solo a distanza, il grande Rombo di Tuono.

La proiezione del documentario dedicato al bomber di Leggiuno sarà anticipata, alle 20.30, dal collegamento in diretta con la casa di Cagliari di Gigi Riva. In sala poi ci saranno gli amici di sempre di Rombo di Tuono, ex calciatori, personaggi del mondo del calcio.

A condurre la serata, dove sarà presente anche l'artista Francesco Pellicini che a Rombo di Tuono ha dedicato una canzone e uno spettacolo teatrale, sarà Claudio Ferretti, giornalista e presidente del Fans Club Gigi riva di Leggiuno.

«E' molto bello e significativo che il film dedicato a Gigi Riva arrivi a Varese nella provincia dov'è nato e cresciuto e dove è stato fino ai 18 anni - racconta Ferretti - un modo anche per promuovere il nostro territorio visto che parte del documentario è girata a Leggiuno e sul lago Maggiore a cui Gigi Riva è sempre affezionato e legatissimo».

Collegati da Cagliari, da casa Riva, ci saranno anche i figli Nicola e Mauro: ma non sarà una serata malinconica quanto piuttosto celebrativa, per salutare e abbracciare un mito insuperabile non solo nel calcio ma nello sport. 

«Alla serata al Miv saranno presenti tanti leggiunesi, amici, ex colleghi calciatori - prosegue Ferretti - verranno fuori tanti aneddoti. Come quello che racconta Chicco Prato che prendeva il treno con Riva per andare agli allenamenti, lui saliva a Luino, Gigi a Sangiano che poi scendeva a Legnano, mentre Chicco proseguiva per Monza».

Il campione del mondo Claudio Gentile non potrà esserci ma anche a lui è legato un episodio che vede protagonista Rombo di Tuono.

«Gentile che era un ragazzino lo marcò benissimo nell'amichevole Cagliari-Arona - spiega Ferretti - Riva chiese ai suoi dirigenti di prenderlo subito e portarlo in Sardegna, non se ne fece nulla perché Gentile era in prestito dal Varese, ma Riva capì subito quando fosse forte».

Il legame tra Riva, la "sua" Leggiuno e il lago Maggiore, come anche con la Lombardia è indissolubile.

«Nel 1970 quando il Cagliari vinse lo scudetto - continua Ferretti - Riva portò tutta la squadra all'albergo Riva di Reno a Leggiuno. Io avevo 13 anni e in quell'occasione conobbi lui e tutti i campioni di quella grande squadra compreso l'allenatore Scopigno».

Gigi Riva negli scorsi anni ricevette la massina onorificenza lombarda, la Rosa Camuna, grazie all'allora presidente Roberto Maroni e all'allora consigliere regionale Luca Marsico.

Ora un film tutto su di lui e la sua vita, il giusto riconoscimento a un grande campione di vita e di sport ammirato anche dai giovani. 

Matteo Fontana


Vuoi rimanere informato sulla Pro Patria e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 347 2914992
- inviare un messaggio con il testo PRO PATRIA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP PRO PATRIA sempre al numero 0039 347 2914992.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore