ELEZIONI REGIONALI LOMBARDIA 2023
 / Economia

Economia | 28 novembre 2022, 11:16

Confindustria Varese e Intesa Sanpaolo: accordo per aiuti finanziari alle famiglie

Sottoscritto un protocollo d’intesa nell’ambito del Progetto PEOPLE, lanciato dall’associazione datoriale per favorire la genitorialità e la conciliazione lavoro-famiglia. Obiettivo: far conoscere e agevolare l’accesso dei dipendenti delle imprese associate a finanziamenti a supporto delle neomamme e dell’educazione e formazione dei figli

Confindustria Varese e Intesa Sanpaolo: accordo per aiuti finanziari alle famiglie

Favorire la genitorialità, la conciliazione lavoro, famiglia, tempo libero e l’inclusione  facendo conoscere e agevolando l’accesso dei dipendenti delle aziende del Varesotto a opportunità di sostegno finanziario pensate per le neomamme, per il supporto agli studi universitari e post-diploma dei figli, per la formazione scolastica dei più giovani, per le spese delle persone con disabilità grave, per permettere ai non occupati di versare i contributi mancanti al raggiungimento della pensione Inps di vecchiaia o anticipata. È questo l’obiettivo dell’accordo sottoscritto quest’oggi da Confindustria Varese e Intesa Sanpaolo, che attraverso le attività di banca d’impatto vuole favorire l’inclusione finanziaria e il supporto per far fronte ai bisogni sociali (occupazione giovanile, assistenza agli anziani, alle famiglie).

L’iniziativa si inserisce all’interno del Progetto "PEOPLE, l’impresa di crescere insieme” lanciato ad aprile di quest’anno da Confindustria Varese per sensibilizzare le imprese del territorio sui temi del welfare aziendale e della denatalità, indentificata dall’associazione datoriale come uno dei principali ostacoli alla crescita economica e sociale del territorio. Attraverso PEOPLE Confindustria Varese agisce su vari fronti di intervento: helpline di supporto per i dipendenti (ad esempio per neomamme e  neopapà che rientrano al lavoro dopo il periodo di congedo); aiuto alle imprese nella redazione di piani di welfare; sviluppo di progetti di smart working;  accessibilità ai servizi pubblici e privati; formazione; finanziamenti per le famiglie con percorsi specifici sviluppati insieme agli istituti di credito del territorio per sostenere la genitorialità anche a livello di risorse economiche.

“È in quest’ultimo filone – ha dichiarato il Presidente di Confindustria Varese, Roberto Grassi – che si inserisce l’accordo che sottoscriviamo oggi con Intesa Sanpaolo. Le opportunità di finanziamento proposte sono coerenti e perfettamente in linea con gli obiettivi del nostro Progetto PEOPLE che, lo ricordo, ha il doppio obiettivo di rendere le nostre imprese realtà sempre più inclusive e il nostro territorio sempre più attrattivo in termini di persone e talenti, soprattutto giovani”.

“In concreto - ha aggiunto il Vicepresidente di Confindustria Varese, Mauro Vitiello, Ambassador del Progetto PEOPLE - dopo la firma di questo accordo partiremo già nei prossimi giorni con incontri e webinar per far conoscere ai dipendenti delle imprese associate le opportunità di sostegno offerte da Intesa Sanpaolo, alle quali i singoli lavoratori potranno accedere direttamente rivolgendosi alla banca. Allo stesso tempo questi finanziamenti potranno diventare uno strumento utile per le imprese per integrare i propri piani di welfare aziendali con nuovi strumenti. Nella presentazione dell’iniziativa ad un ristretto Comitato di realtà che aderiscono a PEOPLE è già emersa la volontà da parte di alcune aziende di poterlo fare mettendo in campo risorse per coprire, a vantaggio dei dipendenti, i già bassi interessi sui finanziamenti”.

“Il welfare aziendale ha assoluto rilievo nel sistema produttivo varesino e con l’accordo siglato oggi con Confindustria Varese confermiamo l’attenzione al territorio e alla sua crescita sostenibile e inclusiva. –  dichiara Gianluigi Venturini, Direttore Regionale Lombardia Nord Intesa Sanpaolo – Nella congiuntura attuale il welfare è un elemento fondamentale per la responsabilità sociale che contribuisce ad aumentare la competitività delle aziende in chiave ESG. Su questi temi le iniziative di Intesa Sanpaolo sono numerose oltre che declinate sulle peculiarità delle diverse esigenze dei territori e rientrano nella rinnovata azione congiunta con Confindustria. Abbiamo infatti rafforzato l’attenzione nei confronti del tessuto produttivo mettendo in campo oltre 40 miliardi di euro per accompagnare le aziende lombarde nei loro progetti orientati al green, alla digitalizzazione e alla sostenibilità in linea con gli obiettivi del PNRR”.

Nel dettaglio gli strumenti messi a disposizione da Intesa Sanpaolo:

mamma@work: un prestito a condizioni agevolate che consente di avere un sostegno economico per conciliare vita familiare e professionale nei primi anni di vita dei figli

per Merito: il prestito che offre fino a 50.000 euro senza bisogno di garanzia patrimoniale ai giovani che vogliono frequentare università o studi post diploma.

per Crescere: il finanziamento che consente di sostenere le spese per la formazione scolastica dei figli.

Obiettivo Pensione: il finanziamento, per i non occupati, che permette di versare i contributi mancanti al raggiungimento della pensione Inps di vecchiaia o anticipata.

per Avere Cura: il finanziamento per le spese delle persone con disabilità grave.

Tutte le soluzioni prospettate si caratterizzano per tassi contenuti, lunghi periodi di restituzione, nessuna garanzia richiesta e si avvalgono del sostegno del Fund for Impact di Intesa Sanpaolo, lo strumento per promuovere iniziative di inclusione creditizia capace di generare un impatto sociale concreto e misurabile. Il Fondo ha una disponibilità di 300 milioni di euro, che permette di erogare credito con leva fino a 1,5 miliardi di euro.

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore