ELEZIONI REGIONALI LOMBARDIA 2023
 / Eventi

Eventi | 30 novembre 2022, 15:00

L’eterno fanciullo e il re del “Drive In” al Manzoni con il libro di Marina Baumgartner

La scrittrice, per 35 anni l’ufficio stampa del comico televisivo, venerdì sera (ore 20.30) prima della commedia brillante “Il padre della sposa” interpretato da “I DiVin Attori”, presenta il libro “Io lo conoscevo bene – Storia semiseria di Gianfranco D’Angelo”

L’eterno fanciullo e il re del “Drive In” al Manzoni con il libro di Marina Baumgartner

«Trascorrere 35 anni con un mito, lavorando divertendomi, facendo la parte della sua voce della coscienza, condividendo scherzi, cene, risate non è poco. Ho voluto condividere i ricordi con le tante persone che hanno amato Gianfranco D’Angelo, raccontando aneddoti che non si trovano su wikipedia». Così Marina Baumgartner, il “maggiordomo dalla penna facile dell’artista televisivo”, ha pensato bene di mettere nero su bianco la vita del re del “Drive in”, con le esperienze teatrali, gli aneddoti, le passioni, gli sport, il carattere e tanto altro.

Ne è nato “Io lo conoscevo bene – Storia semiseria di Gianfranco D’Angelo eterno fanciullo” con la prefazione di Ezio Greggio (Giraldi Editore, 2022). E sarà proprio la scrittrice venerdì sera (ore 20.30) al Manzoni a presentare il libro, una mezz’oretta prima dell’inizio della commedia brillante “Il padre della sposa” interpretata da “I DiVin Attori”, pièce che era stata il cavallo di battaglia del noto comico televisivo. Tra l’altro l’attore e cabarettista era stato anche a Busto Arsizio a rappresentare al Sociale una commedia e al termine aveva conosciuto “I DiVin Attori”, offrendo preziosi consigli al “Padre della sposa” per meglio interpretare la parte.

Venerdì si parlerà di un uomo che è stato un mito: nonostante la celebrità, ha sempre mantenuto il carattere umile, generoso, paziente, anche se un po’ pettegolo e vanitoso. Si parlerà delle passioni di D’Angelo, il lavoro, il teatro e il mare, dell’infanzia, del suo amore per la libertà che lo ha portato alla fine anni Ottanta a lasciare Fininvest. Si parlerà dell’eterno fanciullo che faceva divertire chi lavorava con lui, si parlerà persino di ricette che compaiono tra le pagine. Insomma si parlerà di un uomo che ha tanto da insegnare e sono proprio questi insegnamenti che emergono nel libro. «Un grande attore – spiega la scrittrice – ma anche un fanciullo che ha sempre saputo godere di ogni attimo e che ha fatto della leggerezza il suo stile di vita. Dall’enorme successo, ai tanti scherzi architettati, dalle sue innocenti manie come le scarpe, le camicie, i gilet, i braccialetti, il “parrucchiere fai da te” applicato a se stesso e a sventurati colleghi».

A dare voce a Gianfranco D’Angelo, dicevamo, è l’ufficio stampa, colei che lo ha seguito per 35 anni. Romana di nascita e fiorentina d’adozione, Marina Baumgartner è stata docente, copywriter, giornalista, ha scritto di viaggi, persone, storie fantastiche, Paesi lontani. Ma anche di cibo e vini buoni. «Scrivere è il mio respiro», afferma.

Al termine della presentazione, alle 21, la parola passa ai “DiVin Attori” che interpretano la commedia brillante “Il padre della sposa”.

Laura Vignati

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore