ELEZIONI REGIONALI LOMBARDIA 2023
 / Salute

Salute | 12 gennaio 2023, 16:13

Una risonanza magnetica a misura di bambino. Il Del Ponte la chiede ai candidati alle regionali e avvia una raccolta firme

Una “battaglia mediatica” per richiamare l'attenzione della politica in vista delle elezioni e una raccolta di firme per far sì che venga installata la risonanza magnetica al Del Ponte, «assolutamente necessaria, indispensabile e prevista fin dal progetto iniziale» sottolinea Emanuela Crivellaro, presidente del “Ponte del Sorriso”

Una risonanza magnetica a misura di bambino. Il Del Ponte la chiede ai candidati alle regionali e avvia una raccolta firme

Una “battaglia mediatica” per richiamare l'attenzione della politica in vista delle elezioni e una raccolta di firme per far sì che venga installata la risonanza magnetica al Del Ponte, «assolutamente necessaria, indispensabile e prevista fin dal progetto iniziale» sottolinea Emanuela Crivellaro, presidente de “Il Ponte del Sorriso”.

«Allego – prosegue Crivellaro – la foto del locale pronto fin dall'inizio che aspetta solo la risonanza e il progetto dove si vede bene il locale della risonanza e del risveglio».

«In un'intervista molto recente sugli obiettivi della sua candidatura, l'attuale governatore della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha indicato come prioritario l'abbattimento delle liste d'attesa in sanità.
Il Ponte del Sorriso vuole porre l'accento sulla risonanza magnetica all'Ospedale Del Ponte, uno dei pochissimi ospedali materno infantili in Italia.
Un appuntamento oggi nella Provincia di Varese, per tale indagine diagnostica, non richiede meno di 5/6 mesi, tanto che le persone sono spesso costrette a ricorrere alle strutture private, spendendo alcune centinaia di euro e non tutti possono permetterselo - sottolinea la presidente - Nonostante le innumerevoli richieste pervenute in questi anni alla Regione Lombardia, dal territorio e da Il Ponte del Sorriso, ma anche dagli operatori sanitari e dalla stessa ASST Sette Laghi, sulla necessità della risonanza magnetica presso il Del Ponte, la risposta è sempre stata negativa per un mero calcolo percentuale sulla popolazione, una risposta che non si giustifica con i reali bisogni».
«Chi si occupa di sanità, dovrebbe sapere che fare diagnosi su un bambino non è la stessa cosa che farla su un adulto, che fare una risonanza a un bambino occupa il tempo di 3/4 risonanze rispetto a un adulto, perché il bambino va preparato e sedato, diversamente da quanto accade nell'adulto.
Per il Del Ponte la situazione è ancora più complicata, poiché i bambini devono essere trasferiti in ambulanza al Circolo, con al seguito il personale pediatrico per l'anestesia e lo svolgimento dell'esame, con enorme dispendio di risorse umane ed economiche, senza contare il disagio di spostare il bambino.
Al Circolo, poi, l'ambiente, concepito per gli adulti, non è minimamente adeguato ad accogliere il piccolo. Poter fare la risonanza magnetica al Del Ponte, invece, consentirebbe di ridurre la somministrazione anestetica, con evidenti ricadute positive sulla salute dei bambini.

In un luogo adatto, rassicurante, con degli accorgimenti ampiamente sperimentati, facenti parte delle tecniche non farmacologiche sul dolore psico-fisico pediatrico, è possibile, infatti, eseguire in molti casi l'indagine senza anestesia».
«Il Del Ponte è stato progettato per avere la risonanza magnetica, con tanto di locali pronti, compreso lo spazio per il risveglio. La stessa Regione Lombardia lo ha eletto uno dei pochi hub regionali per la cura delle malattie croniche e complesse pediatriche. È mai possibile che un ospedale del genere, che cura malattie difficili nei bambini e nelle donne, con una Terapia Intensiva Pediatrica, con un Pronto Soccorso Pediatrico, con una Neuropsichiatria Infantile, che fa parte dell’AOPI (Associazione Ospedali Pediatrici Italiani), non abbia una risonanza magnetica dedicata?
Le motivazioni esposte, la visione di un abbattimento delle liste d'attesa e di una sanità vicina al cittadino, ma persino il buon senso, direbbero di no.
Il Ponte del Sorriso chiede dunque ai candidati alle prossime elezioni di impegnarsi a dotare l'Ospedale Del Ponte della risonanza magnetica e a tale proposito, nei prossimi giorni, avvierà una campagna di raccolta firme che verranno consegnate a chi vincerà a febbraio».

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore