IL PD SPINGE PER IL CONTROLLO DI VICINATO
“A Castellanza ci sono tanti, troppi incivili e maleducati”

A fare appello al senso civico dei castellanzesi è il Segretario del Pd Alberto Dell’Acqua, che commentando quanto avvenuto all’interno dell’area cani coglie l’occasione per invitare i cittadini “a fare rete e a non lasciare partita vinta all’inciviltà e alla maleducazione”

Loretta Girola

castellanza

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

A fare appello al senso civico dei castellanzesi è il Segretario del Pd Alberto Dell’Acqua, che commentando quanto avvenuto all’interno dell’area cani coglie l’occasione per invitare i cittadini “a fare rete e a non lasciare partita vinta all’inciviltà e alla maleducazione”.

“Dobbiamo constatare l’ennesimo atto di un’inciviltà che oramai colpisce un numero considerevolmente alto di Castellanzesi – spiega Alberto Dell’Acqua – ancora una volta è stata presa di mira l’area per i cani nei pressi del campo di calcio di via Bellini, dove sono state distrutte panchine e altre attrezzature appartenenti ai proprietari dei cani.
Purtroppo questo non è che l’ultimo esempio di un atteggiamento che definire ignobile ed arrogante sarebbe già lusinghiero. Parliamo pure fuori dai denti: a Castellanza ci sono tanti, troppi incivili e maleducati. È triste doverlo dire così apertamente ma è la pura e semplice verità.
Danni agli arredi pubblici, nonché l’abbandono volontario di rifiuti, il furto di fiori nelle aiuole, la non curanza per le deiezioni dei propri cani, le strade trattate come latrine o come discariche: quando anche li cogli in flagranza ti rispondono “fatti i cazzi tuoi o ti spacco la faccia”. Esperienza personale.
È ancora più triste dover dire che alcune di queste cose sono successe anche in pieno lockdown, perché questi fenomeni sono soprattutto subdoli e scorretti.

Non perderemo tempo a stigmatizzare l’ovvio. Sarebbe una perdita di tempo perché certi soggetti, vigliacchi nell’intimo, traggono la propria effimera soddisfazione solo nel provocare danni e nello sporcare la città. Scioccamente, oseremmo dire, visto che gli arredi e il servizio di nettezza urbana sono pagati anche con i loro soldi.
Auspichiamo che queste persone vengano identificate e condannate a risarcire la comunità, che hanno reso un po’ meno bella con il loro comportamento, attraverso lavori socialmente utili.
Come Partito Democratico stiamo collaborando con l’Amministrazione Comunale e il comando della Polizia Municipale affinché i Castellanzesi, quelli per bene, quelli che conoscono le regole e le rispettano, possano attivarsi in gruppi di Controllo di Vicinato.
Alcuni gruppi sono già partiti da tempo e altri stanno partendo in questo periodo: approfittiamo di questo spazio per invitare il più alto numero possibile di Castellanzesi a fare rete e a non lasciare partita vinta all’inciviltà e alla maleducazione.
Solo facendo rete tra di noi cittadini sarà possibile rendere più forte e preciso il lavoro delle nostre forze dell’ordine. La Città che vogliamo è quella dove chi rispetta il prossimo e rispetta le leggi possa andare in giro a testa alta”.

Copyright @2020