Denunciato marito violento
Dimentica la figlia a scuola, testata alla moglie che lo rimprovera

L’uomo, ubriaco e non tollerando di ricevere osservazioni dalla moglie, ha reagito aggredendo la consorte. Non era andato a prelevare la figlia all’uscita di scuola, costringendola a ore di inutile attesa in stazione

Polizia Gallarate

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Nella serata di lunedì, la Volante del Commissariato della Polizia di Stato è intervenuta in un’abitazione in zona Sant’Anna a Busto Arsizio, dove avevano trovato rifugio madre e figlia adolescente. Le due, per sfuggire alla furia del marito e padre, avevano chiesto ospitalità ad una parente. La donna, in particolare, presentava il volto tumefatto e accusava un forte dolore, ma riusciva a raccontare agli agenti di Polizia di essere stata aggredita poco prima dal marito che, al culmine di una lite davanti alla figlia, le aveva sferrato deliberatamente una testata al volto. Motivo scatenante era stato un rimprovero rivolto all’uomo che, trovato dalla moglie sdraiato sul divano e completamente ubriaco, non era andato a prelevare la figlia all’uscita di scuola, costringendola a ore di inutile attesa in stazione e poi ad una camminata fino a casa di parenti. L’uomo, non tollerando di ricevere osservazioni, aveva reagito aggredendo la moglie.

Anche davanti agli operatori di polizia, il marito violento non si è astenuto dal tenere un comportamento aggressivo e minaccioso. Poiché dal racconto della donna è emersa una storia di abusi, prevaricazioni e violenze domestiche, che durerebbe da molti anni, spesso acutizzate dal consumo di alcol da parte dell’uomo, gli agenti della Polizia di Busto Arsizio hanno denunciato l’uomo, un italiano di 46 anni, per maltrattamenti contro familiari e, con l’autorizzazione del Pubblico Ministero di turno, Francesca Parola, lo hanno allontanato d’urgenza dalla casa familiare, imponendogli il divieto di farvi ritorno.

Copyright @2020