Gioco di squadra tra varesini
Eolo gonfia le vele e si dà al ciclismo. Supporta il team di Basso

Accordo triennale tra l’azienda di Busto e la squadra “Professional” del campione varesino di ciclismo, ex vincitore di due Giri d’Italia. La soddisfazione del sindaco Antonelli. Il quartier generale del team sarà proprio in città, nel campus di Eolo

Luca Spada e Ivan Basso (pagina della Gazzetta dello Sport di mercoledì 26 agosto)

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Da varesino di Casciago a varesino di Cassano Magnago, passando per Busto Arsizio. È la “road map” che hanno tracciato Luca Spada, presidente di Eolo, e Ivan Basso, l’ex vincitore di due Giri d’Italia oggi direttore sportivo e manager di una società ciclistica giovanile assieme ad Alberto Contador.

A sintetizzare l’accordo di collaborazione tra i due varesini è lo stesso Spada, fondatore della società leader nel fixed-wireless che ha sede operativa – da sempre – proprio a Busto Arsizio.

“Oggi inizia una nuova avventura: Eolo entra in modo deciso nel mondo del ciclismo diventando “title sponsor” di un team italiano che dal 2021 parteciperà nella categoria UCI ProTeam”.

Il team fondato da Alberto Contador e Ivan Basso avrà la sua sede italiana a Busto Arsizio, proprio nel campus di Eolo. La squadra, che negli ultimi anni ha gareggiato nella categoria “Continental” passerà a quella “Professional”, affacciandosi al “World Tour” e con possibili inviti a partecipare alle grandi gare in linea o a tappe come il Giro d’Italia.

L’accordo tra Eolo e la squadra di Basso e Contador è triennale.
“Siamo entusiasti di supportare il progetto di Ivan Basso e della Alberto Contador Foundation: in Eolo – prosegue Spada – crediamo fortemente nel talento e nell’ottenimento dei risultati attraverso l’impegno, la fatica, il sacrificio e il gioco di squadra. Ma non solo, con il ciclismo condividiamo molti altri valori profondi. Questo sport è in grado di unire il Paese attraverso una rete unica in tutta Italia, che porta i campioni più titolati sia nelle grandi città sia nei piccoli comuni, quelli a cui come Eolo siamo particolarmente vicini. Come i campioni del ciclismo, noi di Eolo vogliamo far vivere anche nei comuni più piccoli eventi indimenticabili, per questo ci impegniamo ogni giorno nella nostra missione di portare internet dove gli altri non arrivano”.

“Il sogno? – chiosa Luca Spada, amante delle due ruote e dello sport di “fatica” in generale – Vincere fra 3 anni il Giro d’Italia”.

Intendo congratularmi a nome mio e di tutta la città – ha aggiunto il sindaco di Busto Arsizio, Emanuele Antonelli – con Luca Spada e con tutto il team di Eolo per l’attività quotidiana che portano avanti. Siamo orgogliosi di averli a Busto e faremo di tutto per supportarli. Chissà se riusciremo a sollevare il famoso “Trofeo senza fine” del Giro D’Italia… di certo Eolo non finirà mai di stupirci”.

Copyright @2020