AUMENTANO I CONTAGI NELLE SCUOLE. LE PAROLE DEL SINDACO
Gorla Maggiore, sezione dell’asilo nido in quarantena

Il sindaco Pietro Zappamiglio ha comunicato i dati ufficiali sul territorio: 18 casi di positività che probabilmente saliranno a 20, tre classi delle scuole elementari in quarantena ed una sezione dell'asilo nido in isolamento da oggi

Silvia Bellezza

GORLA MAGGIORE

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Ultimi aggiornamenti riguardo ai contagi sul territorio. La situazione viene monitorata con attenzione in Valle Olona, dove ci sono diverse classi delle scuole in quarantena.

A Gorla Maggiore, il sindaco Pietro Zappamiglio ha comunicato che ufficialmente i casi di positività sono 18 e 44 persone sono state inserite tra i contatti di caso: “In realtà – afferma Zappamiglio – dalle informazioni che ci pervengono anche dai medici di famiglia, io mi aspetto che siano aggiornate a 20 le persone positive e 64 i contatti di caso”.

Alcuni di questi sono legati in particolare alla scuola elementare dove ci sono tre classi in quarantena. Un’altra classe è rimasta isolata a seguito di un caso di contagio che si è verificato domenica e riprenderà oggi le lezioni.

Da oggi verrà inoltre isolata una sezione da otto bambini dell’asilo nido, dove si è verificato un caso di positività. Non ci sono mai stati contatti con le altre sezioni che continueranno ad essere operative.

“Vista la notevole crescita dei contagi sul nostro territorio, insieme alla Giunta abbiamo deciso di riattivare il COC, (Comitato Organizzativo dell’Emergenza Comunale) supportato dai volontari della Protezione Civile per dare un maggiore supporto alle persone positive che si trovano in quarantena”.

Il COC sarà operativo dalle ore 8 alle ore 18 e si potrà contattare al numero 03311081645 . Nella giornata di ieri è stata montata in piazza una tenda destinata ai volontari della Protezione Civile per evitare interferenze che possano amplificare il contagio all’interno del Comune.

Il sindaco ha comunicato che il Centro Diurno per gli anziani ha riaperto nel rispetto dei protocolli sanitari ed ospiterà un numero totale di sei utenti. Inoltre, la commemorazione dei Caduti di tutte le guerre sarà anticipata a domenica 1 novembre alla presenza dei soli consiglieri comunali e di alcuni rappresentanti delle associazioni combattentistiche; non ci saranno cortei ma solo una preghiera, la benedizione il messaggio del sindaco.

Infine il sindaco rivolge un appello alla comunità: “Chiedo a tutti il massimo rispetto delle regole, soprattutto ai giovani. Non possiamo permetterci di sbagliare, tutti coloro che non rispetteranno le regole verranno sanzionati”.

Copyright @2020