NUOVO FUTURO PER L’IMPIANTO SPORTIVO
Il PalaYamamay diventa e-work Arena

Il Palasport dà l’addio al marchio Yamamay e si chiamerà e-Work Arena. Svolta storica per l’impianto di viale Gabardi. Il debutto ufficiale della nuova denominazione sarà contro l’Imoco Conegliano

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Il Palasport “Maria Piantanida” da oggi diventa e-Work Arena e dà l’addio al marchio Yamamay. La novità è stata presentata questa mattina, giovedì 10 settembre, in sala Consiglio a Palazzo Gilardoni.

Il Presidente della Uyba, Giuseppe Pirola, commenta così: “Oggi è un giorno speciale per la nostra società sportiva. Dopo 13 anni, il palazzetto dello sport cambia denominazione in e-Work Arena; è una svolta epocale nella nostra vita societaria. Le famiglie Forte e Cimmino hanno dato traino alla struttura contribuendo a questo percorso di successo – ha aggiunto – poi ho trovato sulla mia strada un grande imprenditore come Paolo Ferrario che ha deciso di investire sulla pallavolo e mi ha confermato la volontà di andare avanti. Ho accettato ben volentieri il cambio di testimone e con grande orgoglio e ammirazione da oggi il nostro PalaYamamay diventa e-Work Arena. Da presidente posso dire che mi impegnerò a mantenere le aspettative di chi ha investito nella squadra e nella struttura”.

Paolo Ferrario, amministratore delegato di e-Work, afferma: “Sono convinto che il cammino del palazzetto possa dare grandi soddisfazioni. Non è un vero e proprio cambio, colgo l’eredità meravigliosa di chi ha creduto e continuato a investire in questo progetto sportivo”.

Soddisfazione anche per il sindaco Emanuele Antonelli: “Siamo noi che dobbiamo ringraziarvi per molteplici motivi. Oggi c’è un cambiamento di sponsor in un palazzetto che per noi è strategico, importantissimo. Ringrazio Ferrario per aver creduto in questa avventura, il merito va anche al presidente Pirola e al suo staff che conducono la società in modo meraviglioso, portando in alto il nome della città di Busto Arsizio. È uno sport bellissimo e si vede anche dal numero di tifosi sempre maggiore che riuscite ad attrarre. Continuate su questa strada. Come sempre l’amministrazione sarà al vostro fianco”.

“Abbiamo avuto grandi operatori che si sono scambiati il testimone – sottolinea Laura Rogora, assessore allo Sport – non si può che ringraziare chi scommette sullo sport e su questa scelta”.

L’obiettivo, per il presidente Pirola, “è ingrandire la nostra casa e creare una vera e propria cittadella del volley”.

Il debutto ufficiale avverrà alla prima gara casalinga della Uyba, sabato 26 o domenica 27, contro l’Imoco Conegliano, la squadra campione del mondo e di tutto a livello nazionale. Proprio oggi si terrà una riunione tecnica in Regione in cui si deciderà se aprire al 25 per cento della capienza il palazzetto, consentendo l’ingresso a 1.000 spettatori.

Copyright @2020