GIORNATA DEL RINGRAZIAMENTO
L’omaggio di Busto al dottor Stella e agli eroi dell’emergenza sanitaria

Civica benemerenza alla memoria per il medico scomparso a causa del Covid. Il “grazie” della città è andato a tutti coloro che hanno affrontato la pandemia in prima linea

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Un omaggio commosso e doveroso rivolto a tutti coloro che hanno fronteggiato in prima linea la pandemia. La Giornata del Ringraziamento, rinviata lo scorso giugno e tenutasi domenica 27 settembre nel cortile del palazzo municipale, è stata dedicata all’emergenza sanitaria e ai suoi eroi. In particolare, la civica benemerenza è stata assegnata alla memoria del dottor Roberto Stella, presidente dell’ordine dei medici della Provincia di Varese, morto a marzo proprio a causa del Covid.

Il sindaco Emanuele Antonelli ha voluto chiamare subito accanto a sé la moglie e i figli del medico bustocco, conosciuto e apprezzato oltre i confini cittadini.

“La sua morte ha rappresentato uno dei momenti più difficili di quei mesi – ha affermato il primo cittadino –.  Quando mi hanno comunicato che Roberto ci aveva lasciato e che il suo collega Marino Corio, un altro amico, era ricoverato, oltre al dolore personale e a quello condiviso con tutta la città per la perdita di un professionista stimato, ho pensato che tutto sarebbe potuto precipitare e peggiorare ulteriormente.

Ho avvertito un grande senso di solitudine, non paragonabile minimamente a quello che avete provato voi familiari, in quarantena in casa, privati anche della possibilità di salutare per l’ultima volta il vostro Roberto, che se ne era andato così all’improvviso, sconfitto da un nemico invisibile affrontato, si può dire, a mani nude.  Alla cerimonia funebre c’ero io accanto a monsignor Pagani, ma avreste dovuto esserci voi.

La disumanità di quel momento mi ha toccato profondamente e mai come prima ho provato un fortissimo senso di responsabilità verso la comunità che amministro non solo dal punto di vista politico e amministrativo, ma soprattutto dal punto di vista umano”.

Alla presenza del prefetto Dario Caputo, del governatore della Regione Lombardia Attilio Fontana, dell’euro parlamentare Isabella Tovaglieri, di monsignor Severino Pagani e affiancato da tutta la giunta e da alcuni consiglieri comunali, il sindaco ha poi ringraziato di cuore tutti gli operatori sanitari in prima linea nella battaglia contro il virus, medici, infermieri, farmacisti, forze dell’ordine, associazioni di volontariato, realtà della cultura e dello sport, aziende ed esercizi commerciali, protezione civile, le due case di riposo, Croce Rossa, vigili del fuoco.

La giornata è proseguita con la messa solenne celebrata nella basilica di San Giovanni da monsignor Luca Raimondi, Vescovo ausiliare dell’Arcivescovo di Milano.

In serata, la violinista giapponese Lena Yokoyama, nota per l’esibizione sul tetto dell’ospedale di Cremona durante il lockdown, ha tenuto un concerto davanti a un pubblico composto in particolare da operatori sanitari e volontari delle associazioni.

Copyright @2020