SARTORATO: “AGENTI MANDATI ALLO SBARAGLIO”
Negozio multato per il cibo per gli animali, le critiche di Adl

Il sindacato Adl interviene sul caso del supermercato sanzionato per vendita – tra le altre cose – di alimenti per animali domestici

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Il sindacato Adl interviene sul caso del supermercato sanzionato per vendita – tra le altre cose – di alimenti per animali domestici.

Il sindacalista Fausto Sartorato parla di “mediocrità della sfera di comando della Polizia Locale” che, a suo dire, ha “mandando allo sbaraglio gli agenti senza un’adeguata preparazione in materia di Polizia Annonaria e Commerciale”.

“Del resto – prosegue – non poteva essere altrimenti. A luglio 2019 avevamo segnalato, a chi di dovere, che questo ufficio era stato smantellato e non vi era alcun nucleo specializzato per tale servizio e tutto era affidato al caso. Non c’è un’ufficiale preposto e preparato e non vi sono agenti adibiti a quel ruolo dopo che un paio di questi sono andati in pensione.

La risposta è stata: non è assolutamente vero che l’ufficio è stato smantellato, tutt’altro, sottolineando il fatto che tutti devono saper fare tutto. Che dire, i fatti ci danno purtroppo ragione!”.

Sartorato non se la prende con chi è intervenuto: “Nessuna colpa per coloro che hanno operato. Quanto è accaduto è frutto dell’incapacità di chi gestisce la Polizia Locale i quali dovrebbero formare il personale senza mandarlo allo sbaraglio, ma dando delle indicazioni corrette per lo svolgimento del  servizio, in special modo per il momento particolare e difficile che tutti, nessuno escluso, stiamo attraversando utilizzando anche la regola del buonsenso!”.

“A salvare capra e cavoli – conclude Sartorato – è dovuto intervenire il Sindaco fornendo le delucidazioni in merito al Dpcm, cosa che avrebbe dovuto fare chi è preposto a fare i dovuti controlli”.

Copyright @2020