A GALLARATE
Ragazzi trovano nei boschi armi e munizioni della Seconda guerra mondiale

I giovani appassionati di cimeli storici stavano perlustrando i boschi di Crenna con un metal detector

GALLARATE

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Martedì pomeriggio i Carabinieri della Compagnia di Gallarate sono intervenuti nei boschi di Crenna, nei pressi di via Ardigò, dove alcune persone avevano rinvenuto numerose armi risalenti alla Seconda guerra mondiale.

I militari, ricevuta la segnalazione che era giunta sul 112, si sono portati sul luogo del ritrovamento dove ad attenderli erano presenti alcuni giovani. Questi ultimi – appassionati di armi e vecchi cimeli storici – hanno raccontato ai Carabinieri che poco prima, mentre perlustravano la zona boschiva con un dispositivo per la ricerca di materiale ferroso (un “metal detector”), avevano scoperto un bidone pieno di cherosene sotterrato a circa 15-20 centimetri di profondità, nei pressi di una quercia.

All’interno, con sorpresa, un moschetto modello “Carcano 91-38” risalente – con tutta probabilità – all’ultimo conflitto mondiale e undici carcasse con due otturatori dello stesso tipo di arma lunga. Consistente anche il numero di munizioni (di vario calibro) rinvenute insieme ai fucili, il tutto immerso nel cherosene e rinchiuso nel bidone, modalità di custodia che lascia pensare che le armi fossero state nascoste in modo da poter essere recuperate in ottimo stato e funzionanti, anche a distanza di tempo. Tutto il materiale è stato sequestrato e si trova a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Copyright @2020