In manette un venticinquenne con diversi precedenti
Rapina il market, cittadino lo insegue e lo fa arrestare

Dopo aver ottenuto l’incasso di giornata dalla cassiera del Penny Market di Samarate, il giovane malvivente pensava di averla fatta franca. Non aveva fatto i conti con un cittadino eroe che decideva di corrergli dietro per circa 400 metri, fino a bloccarlo con l’aiuto di altri passanti e dei carabinieri

SAMARATE

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Martedì sera, i carabinieri di Samarate hanno arrestato l’autore di una rapina al supermercato “Penny Market” di via Locarno.

Il rapinatore, un 25enne di Cardano al Campo, poco prima dell’orario di chiusura, travisato con cappellino e occhiali da sole ed “armato” di una pistola (poi risultata essere di plastica), entrava all’interno del “Penny Market”. Impugnando l’arma giocattolo intimava ad una delle cassiere di consegnare l’incasso, circa 550 Euro, prima di darsi alla fuga, a piedi, lungo le vie adiacenti.

A quel punto, il giovane rapinatore pensava di averla “fatta franca”, ma non aveva fatto i conti con un 40enne di Castano che, trovandosi per caso all’esterno del supermercato, sentiva le grida con cui la cassiera segnalava la rapina appena avvenuta. Il quarantenne decideva così di inseguire il rapinatore, correndogli dietro per circa 400 metri. Il malvivente, vistosi braccato, tentava di scavalcare la recinzione di un’abitazione privata, ma un indumento gli rimaneva impigliato nella recinzione della casa. Inevitabile la caduta, con una forte botta sulla schiena. Circostanza che ha favorito l’intervento risolutivo del coraggioso inseguitore, nel frattempo aiutato da altri cittadini, e dei carabinieri che hanno definitivamente bloccato il venticinquenne.

Dopo essere stato medicato in ospedale a Gallarate per il “trauma contusivo alla regione dorso lombare”, a tarda notte il rapinatore è stato portato in carcere a Busto Arsizio, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Il soggetto, con numerosi precedenti penali alle spalle nonostante la giovane età, era uscito dal carcere a gennaio di quest’anno, dopo essere stato arrestato dai carabinieri di Vigevano per un furto in abitazione e per il quale era stato condannato nel 2018 dal Tribunale di Pavia. Sempre il venticinquenne, evidentemente poco incline al rispetto delle regole, durante il lockdown era stato due volte sanzionato per inosservanza delle prescrizioni e in una di queste circostanze trovato in possesso di una dose di stupefacente per uso personale.

Copyright @2020