MAFFIOLI: "INVESTIRE PER GENERARE INDOTTO AL SISTEMA CITTÀ"
Rinasce il Caffè del Teatro Sociale

L'attività del bar, gestito direttamente dal Teatro Sociale, sarà legata ad una ricca programmazione di eventi settimanali, all'insegna della musica e del cabaret

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Torna ad alzarsi il sipario sul Caffè del Teatro Sociale. Dopo un lungo periodo di chiusura, il locale verrà rilanciato e a gestirlo sarà il Teatro stesso.

La riapertura si legherà ad un ricco cartellone di appuntamenti culturali che animeranno la sala interna con tante iniziative all’insegna della musica e del cabaret. Il locale verrà inaugurato questa sera, venerdì, con un aperitivo istituzionale e, alle 21, seguirà  uno spettacolo musicale (su prenotazione).

“E’ una bella novità in risposta ad un momento difficile – osserva Luca Galli, presidente del Teatro Sociale – abbiamo fatto uno sforzo per offrire ai cittadini di Busto non solo un servizio durante gli spettacoli ma anche occasioni di socialità e cultura. Il Caffè Teatro – spiega – da lunedì prossimo sarà aperto durante il giorno: la mattina e il pomeriggio, in contemporanea con le iniziative teatrali curate dalla cooperativa ‘La Zattera‘ dedicate a bambini e adulti. Inoltre verranno organizzate delle serate cercando di valorizzare giovani artisti del territorio. Con la gestione interna del Caffè abbiamo messo da parte il risultato economico preferendo unire l’attività del locale alle iniziative del Teatro”.

Soddisfazione per questa rinascita è stata espressa dal vicesindaco Manuela Maffioli che ha sottolineato il valore del connubio tra cultura e commercio: “Grazie a voi e a Fondazione Comunitaria del Varesotto, che sta dimostrando quanto a cuore abbia il Teatro e il percorso di investimento culturale in città – ha evidenziato Maffioli -. Non è facile investire in questo momento, ma solo chi ha la lungimiranza di non fermarsi all’oggi ne comprende l’importanza. La cultura ha bisogno di spazi, qui si trova un luogo di cultura e uno spazio di ristoro dove il pensiero e la riflessione si possono protrarre anche mentre si consuma un caffè o si commenta uno spettacolo, ci si incontra e si condividono le emozioni. E’ vitale investire, per consentire agli esercizi commerciali di sopravvivere e generare indotto a tutto il sistema città”.

La sala dispone di un’ottantina di posti, le gestione del bar è affidata a una dipendente assunta dal Teatro, Cinzia, che ha una vasta esperienza professionale nel settore. “L’obiettivo è ‘smuovere’ un po’ i bustocchi, la nostra aspirazione è che la maggior parte degli utenti provengano dalla nostra città”, ha aggiunto Galli.

A partire da settimana prossima sarà diffuso il cartellone con la programmazione di eventi per la nuova stagione.

Copyright @2020