Il pacchetto passa all’unanimità in consiglio
Tari a Fagnano Olona, agevolazioni per famiglie e imprese

Sono state previste agevolazioni a favore delle imprese/attività e famiglie come misura di sostegno economico e sociale. La manovra si iscrive al bilancio comunale per circa 124 mila euro. Le tariffe in vigore sono quelle già adottate per l’anno 2019

Silvia Bellezza

FAGNANO OLONA

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Martedì 28 luglio, nell’ultima seduta del consiglio comunale di Fagnano Olona, sono state deliberate le tariffe Tari, tassa sui rifiuti per l’anno 2020.

Visto il momento difficile per le famiglie e le imprese è stato presentato e votato all’unanimità un pacchetto di aiuti concreti con una riduzione delle tariffe per l’anno 2020 e un differimento dei pagamenti, con la prima rata al 31 ottobre e la seconda rata al 1° febbraio 2021 (con possibilità di versamento in unica soluzione entro la scadenza della prima rata) .

Sono state previste agevolazioni a favore delle imprese/attività e famiglie come misura di sostegno economico e sociale. La manovra si iscrive al bilancio comunale per circa 124 mila euro.

Le tariffe in vigore sono quelle già adottate per l’anno 2019. Per le utenze non domestiche è prevista una riduzione forfettaria del 25% sia della parte variabile che della parte fissa della tariffa ad esclusione delle seguenti categorie: banche, istituti di credito e farmacie; per le utenze domestiche, in possesso, alla data di presentazione di apposita istanza il cui termine scade il 31 dicembre 2020, delle condizioni per l’ammissione al bonus sociale per disagio economico per la fornitura di energia elettrica e/o per la fornitura di gas e/o per la fornitura del servizio idrico integrato nonché per i titolari di reddito e di pensione di cittadinanza, una riduzione forfettaria del 25% sia della parte variabile che della parte fissa della tariffa.
Per l’Imu, con delibera di Giunta del giugno scorso, il Comune di Fagnano Olona ha deciso la non applicazione di sanzioni ed interessi nel caso di versamento dell’acconto Imu entro il 30 settembre 2020, limitatamente ai contribuenti che hanno registrato difficoltà economiche.

Copyright @2020