CON IL CONTRIBUTO DELLE AZIENDE LOCALI
Un nuovo pulmino in dono al Filo d’argento di Auser

Si tratta di un automezzo approntato per l’accompagnamento di persone affette da disabilità motorie ed attrezzato con una barriera protettiva anticovid. Alla consegna sono intervenuti il sindaco Emanuele Antonelli e l’assessore Osvaldo Attolini

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Un nuovo pulmino per rispondere al meglio alle esigenze di accompagnamento degli anziani in città.

È stato ufficialmente consegnato al Filo d’argento, servizio di accompagnamento familiare aperto ai cittadini bustesi e patrocinato dalla Città, un automezzo approntato per l’accompagnamento di persone affette da disabilità motorie ed attrezzato con una barriera protettiva anticovid.

Alla consegna del mezzo, presso la sede Auser di via Volta, sono intervenuti il sindaco Emanuele Antonelli e l’assessore all’inclusione Sociale, Osvaldo Attolini. Il pulmino servirà per l’accompagnamento delle persone anziane a visite mediche, centri di riabilitazione o semplicemente per le necessità quotidiane.

La donazione è avvenuta grazie al contributo di sponsor locali: “Ringrazio le imprese bustesi, per noi questa donazione è una boccata d’ossigeno – ha commentato il presidente di Auser Busto, Maurizio Maggioni – assistiamo circa 200 utenti all’anno e questo pulmino ci permetterà di rispondere anche al bisogno delle persone disabili in carrozzina. Il nostro servizio – spiega Maggioni – si basa sull’aiuto dei volontari che mettono a disposizione il proprio tempo per chi necessita di essere accompagnato. In cambio chiediamo solo un contributo libero, ma spesso l’associazione si assume l’onere di pagare anche la benzina e le spese vive, di conseguenza il nostro bilancio è in perdita e queste iniziative ci aiutano davvero moltissimo”.

Il sindaco Antonelli ha ringraziato a sua volta Auser e gli sponsor: “Da sindaco mi vergogno un po’ perché anche il Comune avrebbe dovuto contribuire all’acquisto ma purtroppo le risorse non ce lo consentono – ha detto Antonelli – è un regalo enorme da parte degli sponsor ma il vostro lavoro sopperisce a ciò che il Comune non riesce a fare. Siete un patrimonio per la città.

“Grazie alle aziende che vi hanno sostenuto – ha aggiunto l’assessore Attolini – è bello che in città ci sia una concorrenza tra associazioni che operano in questo settore”.

Copyright @2020

NELLA STESSA CATEGORIA